Dove e quando è necessario sanificare

Covid-19, OCTO presenta due soluzioni data-driven per contribuire ad arginare il diffondersi della pandemia.

Quali ambienti è necessario sanificare e quando?

Nel precedente articolo abbiamo affrontato il tema della sanificazione sotto l’aspetto puramente esplicativo del termine, ora è importante chiarire dove e quando è fondamentale intervenire.

 

Partiamo da una premessa; frequentare ambienti chiusi sanificati rappresenta una garanzia per la nostra salute e quella degli altri, sempre, a prescindere dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

 

Un ambiente pulito e sanificato è infatti il presupposto per rendere migliore la qualità della nostra vita e per tutelare la nostra salute, anche da allergie o semplici malanni.

 

Ciò premesso, la regola principale è quella di procedere con la sanificazione innanzitutto in quei luoghi ad alto traffico di persone (come ad esempio ospedali, scuole, etc.) ma in generale dove è elevato il rischio di trasmissione, vale a dire: industrie, uffici dotati di impianti di climatizzazione, negozi etc., ovvero tutti quei luoghi in cui la classica pulizia da sola non è sufficiente per evitare che si creino i presupposti per una contaminazione degli occupanti delle strutture.

 

Le direttive ministeriali per la gestione dell’emergenza del coronavirus covid-19 hanno infatti reso obbligatoria, tra le altre misure, la sanificazione di tutti gli ambienti di lavoro (uffici, magazzini, furgoni, mezzi di lavoro, macchine per la produzione, etc.) al fine di tutelare quanto più possibile la salute dei lavoratori, anche in assenza di casi accertati di infezione.

 

Le operazioni di sanificazione nelle aziende devono essere eseguite periodicamente e riguardare locali, ambienti, postazioni di lavoro, aree comuni e di svago, mentre quelle di pulizia, devono essere eseguite quotidianamente.

 

Per le attività di sanificazione le direttive governative non specificano che si debba necessariamente ricorrere ad una impresa di pulizie esterna, tuttavia, il datore di lavoro dovrà rispettare determinate norme e attenersi ad un programma di intervento, valutando preventivamente i rischi presenti negli agenti biologici e chimici utilizzati.

 

Ma al netto di obblighi e necessità, il fatto più rilevante è che l’emergenza sanitaria ci ha reso di fatto più responsabili e sensibili a certe abitudini. Abbiamo scoperto che per ottenere una migliore qualità della vita occorre seguire regole e protocolli che ciascuno di noi, privato, azienda o ente, dovrebbe sforzarsi di rispettare.

 

Clicca qui per scoprire le soluzioni OCTO Telematics per la sanificazione degli ambienti

More Stories from OCTO Stores

We inform you that only technical cookies and first-party analytical cookies are used on this website.

Privacy Settings saved!
Settings

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Usiamo WooCommerce come sistema di acquisto. Per il carrello e l'elaborazione degli ordini verranno memorizzati 2 cookies. Questi cookie sono strettamente necessari e non possono essere disattivati.
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi

Informazioni sul venditore

B810 S.r.l.
via Lazzaretti, 1/2
42122 Reggio Emilia (RE), Italia
P.I. e C.F. : 03378920361
CCIA/NREA: RE286924
Capitale Sociale € 1.000.000 i.v.